fbpx
scheda di un libro

Ho deciso di scrivere questo articolo perché molte persone mi domandano come vada preparata la Scheda di un libro da inviare a una casa editrice o a un’agenzia letteraria. Dico subito che la Scheda di un libro non va confusa con la Scheda editoriale che è quella predisposta dall’editor e/o dall’agenzia letteraria in sede di valutazione del testo in questione. Neppure va equiparata alla recensione, scrittura ben diversa.

Se volete approfondire queste tematiche vi consiglio la lettura dei seguenti articoli:

La Scheda di un libro, del vostro libro  – detta anche book proposal, quando il libro non è ancora terminato – è fondamentale nel mondo editoriale, può determinare l’entrata o meno nel mercato dei libri pubblicati.

 

Che cos’è la Scheda di un Libro? 

La Scheda di un libro è un “documento”, una carta d’identità,  che sintetizza gli aspetti più importanti di un’opera letteraria. Serve a catturare l’interesse di editori e/o agenti letterari e a convincerli del potenziale commerciale e culturale del manoscritto. 

Attenzione: dovrebbe essere concisa, ben scritta e riflettere il tono e lo stile del libro stesso. Dalla lettura della Scheda bisognerebbe rendersi conto del talento di chi ha scritto ed essere invogliati a leggere il libro. Se si presenta lacunosa, scritta con poca cura, magari pure con qualche refuso, le possibilità di essere presi in considerazione diminuiscono. Quando ricevo delle sinossi con problemi di sintassi, confuse, prolisse, in genere, non proseguo con l’editing.

Elementi fondamentali della Scheda di un Libro 

La redazione della Scheda non è lasciata alla libera creatività o non del tutto; nel senso che ci sono elementi che devono comparire. Quali? 

1. Titolo e Autore

Prima di tutto, titolo del libro e nome dell’autore. Se avete già pubblicato altri lavori, menzionateli (in breve).

2. Logline

Una logline è una frase (al massimo due) che riassume il libro in modo preciso e coinvolgente. Deve catturare l’essenza della storia e stimolare l’interesse. Ad esempio, se pensiamo a un thriller si potrebbe scrivere: “Un ex detective, tormentato dal suo passato, si ritrova a caccia di un serial killer in una città dove però lui è il principale sospettato”.

3. Sinossi

La sinossi espande la logline, fornendo una visione più dettagliata della trama, ma senza rivelare elementi cruciali come il finale. Deve essere informativa ma anche intrigante, mantenendo il lettore interessato. Strutturala in modo che rispecchi l’arco narrativo del libro, evidenziando i conflitti principali e le svolte della trama. Penso però – e non sono l’unica – che quando la Sinossi è diretta a un editore o a un’agenzia debba contenere anche il finale in modo che chi deve valutare il libro abbia tutti gli elementi utili per stabilire la buona riuscita della tenuta narrativa e passare alla lettura. Per approfondimenti si veda: Come scrivere la sinossi di un libro.

4. Target di mercato

Definire con chiarezza a quale segmento di lettori è destinato il libro. Includendo dettagli demografici, interessi specifici e altri libri simili che hanno avuto successo in quel segmento. Questo aiuterà l’editore a capire il potenziale di vendita del libro.

5. Biografia dell’autore/autrice

La biografia deve evidenziare la vostra competenza e la connessione personale con il tema del libro. Se avete esperienze rilevanti, premi o riconoscimenti, includeteli qui. 

6. Analisi competitiva

Senza dubbio è utile fornire  un’analisi di opere simili sul mercato, indicando perché il vostro  libro è unico e come si posiziona rispetto alla concorrenza. Mostrate di conoscere il vostro mercato, le sfide e le opportunità che presenta. 

7. Estratti chiave

Selezionate alcuni brevi estratti del libro che mostrino lo stile di scrittura e il tono della narrazione. Scegliete i passaggi più potenti, divertenti o emotivi, a seconda del contenuto del vostro libro. Insomma, il meglio che potete mettere in vetrina.

8. Dettagli del manoscritto

Ci sono informazioni che devono essere incluse come la lunghezza totale del manoscritto in numero di parole (anche se a mio avviso è sempre meglio indicare i caratteri), il suo stato attuale (bozza, in revisione, completato), e i tempi previsti per la conclusione, se non è ancora finito.

 

Dico subito che la Scheda di un libro non va confusa con la Scheda editoriale o  di valutazione che è quella predisposta dall’editor e/o dall’agenzia letteraria che valutano il testo in questione. Neppure va equiparata alla recensione che è una scrittura ben diversa.

Dovrebbe essere concisa, ben scritta e riflettere il tono e lo stile del libro stesso. Dalla lettura della Scheda ci si dovrebbe rendere conto del talento di chi ha scritto ed essere invogliati a leggere il libro.

editare un libro

Facciamo un esempio pratico?

Immaginiamo di scrivere la Scheda di un romanzo di fantascienza intitolato “Un passaggio nello Spazio”. 

La logline potrebbe essere: “In un futuro dove la Terra è al collasso a causa del cambio climatico, una giovane scienziata scopre in Africa un portale per un pianeta inesplorato che potrebbe essere la nuova casa dell’umanità”.  

La sinossi si espanderebbe su come la scienziata lotta per convincere i leader mondiali della validità della sua scoperta, mentre combatte contro forze oscure che vogliono sfruttare il nuovo mondo per i propri fini egoistici. 

Il target di mercato riguarderebbe  appassionati di fantascienza che apprezzano storie di esplorazione e colonizzazione spaziale, con riferimenti a libri come “The Martian” di Andy Weir – sapete che l’autore inizialmente si auto pubblicò in e-book? –  per la sua attenzione ai dettagli scientifici e “Dune” di Frank Herbert per la sua dettagliata sceneggiatura.

Altre utilità della Scheda di un libro 

Oltre a essere uno strumento indispensabile per la presentazione di un’opera agli editori o alle agenzie letterarie, la Scheda di un libro può avere molteplici altri utilizzi, in particolare nell’ambito educativo e nella promozione personale dell’autore e dell’autrice.

Utilizzo didattico 

In ambito scolastico, la Scheda di un libro può essere trasformata in un efficace strumento didattico. Gli insegnanti assegnano agli studenti il compito di creare Schede (l’avete fatto anche voi, no?)  per i libri letti durante l’anno, come metodo per valutare la comprensione testuale e per sviluppare capacità analitiche e sintetiche. Gli elementi della scheda aiutano a focalizzarsi su aspetti cruciali come la trama, i personaggi, i temi principali e il contesto dell’opera, facilitando così la comprensione di ciò che si è letto.

Molti docenti utilizzano in classe la Scheda di un libro in varie fasi:

  • Riassunto e analisi critica: gli studenti identificano i punti salienti della trama ed esprimono un giudizio critico riguardo l’opera.
  • Discussione di gruppo: presentare la propria scheda davanti alla classe stimola la discussione e il confronto tra diverse interpretazioni.
  • Sviluppo delle capacità di scrittura: scrivere una Scheda aiuta a migliorare la chiarezza espressiva, la coerenza nella strutturazione del testo e l’abilità di sintesi.

Promozione personale e professionale 

Per gli autori emergenti, la Scheda di un libro non è solo un mezzo per presentare un’opera agli editori o alle agenzie, ma anche un ottimo strumento di marketing personale. Condividere la Scheda sui propri canali social, blog o siti web personali può aumentare la visibilità dell’autore e dell’opera, attirando l’interesse non solo di potenziali editori, ma anche di numerosi lettori. 

Inoltre, la Scheda può essere utilizzata come parte del materiale promozionale in occasione di fiere del libro, incontri con i lettori o altri eventi letterari. Un documento ben preparato che riassume il libro può suscitare l’interesse dei partecipanti e servire come efficace strumento di dialogo tra l’autore e il suo pubblico.

Altri utilizzi nel settore editoriale 

Oltre alla funzione primaria di acquisizione editoriale, la scheda del libro può essere utilizzata in diverse fasi del processo editoriale:

  • Valutazione interna: all’interno delle case editrici, la Scheda può circolare tra vari reparti (redazione, marketing, vendite) per fornire una rapida panoramica del libro e facilitare la discussione su potenziali strategie di pubblicazione.
  • Brief per la creazione della copertina: gli elementi della Scheda del libro, come la sinossi e gli estratti chiave, possono ispirare i designer nella creazione di copertine che riflettano l’essenza del libro.
  • Preparazione per le vendite: la Scheda può essere trasformata in materiale promozionale per i rappresentanti di vendita, fornendo loro argomenti convincenti da presentare ai distributori e ai librai.

Impegnatevi, quindi, nella redazione della Scheda del vostro libro; avete capito senza dubbio che va ben oltre la semplice presentazione di un manoscritto. Che si tratti di promuovere una nuova opera, facilitare l’apprendimento o supportare la commercializzazione di un libro, offre una base solida per diversi processi e attività nel mondo della letteratura e dell’educazione. 

Non solo, può aumentare le possibilità di successo di un libro ma può arricchire significativamente il percorso formativo e professionale di chi si dedica alla scrittura e alla lettura.

 

Prepariamo assieme la tua Scheda Libro?

Contattami.

 CONTATTAMI

Privacy Policy

LEGGI ANCHE

Imparate a scrivere ascoltando le storie e studiando

Imparate a scrivere ascoltando le storie e studiando

Imparate a scrivere. Sì, ma come s’impara a scrivere? Ci sono varie strade ma sono molto interessanti quelle che ci consiglia, raccontando la sua esperienza, una grande autrice come Alessandra Carati che è stata ospite della quinta puntata del format “Una storia...

Romanzo corale: significato e testi italiani

Romanzo corale: significato e testi italiani

Romanzo corale: qual è il significato di tale definizione? Unione di più voci? Non è proprio così. Sembra facile, ma il fatto che entrino in gioco più voci o che si racconti una storia comune non basta a identificare questo genere letterario. Il romanzo corale si...

Pin It on Pinterest

Share This