scrivere un libro: la prima bozza in 3 mesi

La prima bozza scrivila in 3 mesi

Quanto tempo ci vuole per scrivere un libro?

Premesso che la scrittura di un libro è un lavoro che richiede il giusto tempo per produrre un testo di qualità va detto anche che molto dipende dal tipo di libro, dalla raccolta delle fonti, dall’attività di revisione.

Sconsiglio sempre di avere fretta anche se a volte può succedere che si debba rispettare una data editoriale o sfruttare determinati eventi utili alla promozione del testo stesso (anche se spesso questo può rivelarsi controproducente).

Un conto però è la stesura definitiva, un conto la bozza, o meglio, la prima bozza. Se c’è un consiglio che ti posso dare è questo: la prima bozza del tuo libro scrivila in 3 mesi. 

 

Nei giorni scorsi leggevo un articolo di Brian Rowe (autore, giornalista) in cui sosteneva che per un libro ci si possa prendere il tempo che si ritenga in base a tutta una serie di varianti. Ma, la prima bozza va scritta in 3 mesi al massimo.

Mi trovo d’accordo con la sua affermazione. Rowe riporta anche una sorta di tabella di marcia: suggerisce – come esempio – di scrivere mille-duemila parole al giorno, aumentare di 500 parole il sabato e di 300 parole ogni mercoledì (sabato e mercoledì sono giorni indicativi e non particolarmente benedetti per aumentare le parole).

Che senso ha tutto questo?

Riprendo le parole dello stesso Rowe: “Get the story down as best you can”. Cioè, butta giù la storia al meglio che puoi.

Il senso sta tutto qui: nello scrivere l’idea nella sua totalità e buttarla giù, scriverla dall’inizio alla fine e, lo dico per esperienza, questo faciliterà tanto il lavoro. Lo stesso Stephen King pare abbia dichiarato di dedicare circa 3 mesi alla stesura della prima bozza dei suoi libri.

La prima bozza non è perfetta

La prima bozza non deve essere perfetta. L’obiettivo è quello di scrivere tutta la storia.

Dopo si penserà a migliorarla, a fare editing, a rinforzare la struttura. Nessuno deve mettere in dubbio quanto sia importante e necessario l’editing.

Il consiglio che voglio aggiungere riguarda la fase che precede la stesura: creare prima uno schema, una mappa, una struttura, un percorso della storia che state per scrivere. Questo vi aiuterà a mantenere la traiettoria.

 

la prima bozza scrivila in 3 mesi

La fase di editing è importante e necessaria per migliorare il testo. Ma viene dopo la prima stesura, dopo la prima bozza.

Le fasi del lavoro di scrittura

Riassumendo le fasi sono essere queste

  1. Descrivo in poche righe la mia idea.
  2. Scrivo una struttura (mappa, indice) di quello che sarà il mio lavoro.
  3. Stesura della prima bozza in 3 mesi.
  4. Attività di riscrittura, editing, perfezionamento del testo.

 A volte bastano poche e semplici strategie per portare a termine con soddisfazione il proprio lavoro.

Lavoriamo insieme?

Hai scritto un romanzo ma hai bisogno di capire se tutto funziona?

Oppure hai un’idea ma non sai come strutturarla e svilupparla?

Ti segnalo alcuni miei format che possono essere utili per te:

 

 

 

Se invece vuoi tenerti allenato, partecipare a piccole sfide di scrittura, essere sempre informato su novità ed eventi che riguardano lo scrivere ti aspetto nel gruppo fb WRITING WAY LAB

IL GRUPPO WRITING WAY LAB

 

 

 

Share This