come leggere un libro

Sappiamo tutti che cosa sia un saggio breve? Si tratta di un testo in cui l’autore espone una propria teoria, analizza un determinato argomento da un punto di vista che può essere di tipo politico, storico, geografico o filosofico. Per questo può riguardare diversi argomenti. L’autore che scrive saggi analizza e rielabora studi, ricerche e testimonianze per stabilire le informazioni utili alla sua tesi. Va detto quanto sia importante per la nostra formazione culturale l’apporto della saggistica. 

Sappiamo come scrivere un saggio breve? A noi interessa anche questo aspetto che vale la pena approfondire. Nel nostro lavoro o nell’ambito delle nostre passioni, potremmo avere la necessità e il piacere di scrivere un saggio in cui illustrare i nostri punti di vista e l’evoluzione delle argomentazioni a cui ci dedichiamo.

Come scrivere un saggio breve: schema

L’idea alla base del saggio breve parte dalla necessità di rispondere a un interrogativo che l’autore si pone. Quindi, se dovessimo tracciare una sorta di mappa, è necessario cominciare da qui: qual è la domanda a cui s’intende rispondere con questo lavoro di saggistica? 

Dopo aver formulato e chiarito la domanda, bisogna comprendere che non si tratta di una semplice esposizione di dati o fatti, ma di un’elaborazione più complessa, in cui bisogna prendere una posizione rispetto all’argomento affrontato. L’autore assumerà una ben definita posizione nel panorama di una data argomentazione, sosterrà una teoria e non un’altra. 

Nello stesso tempo però, come si conviene a un testo argomentativo, il saggio analizzerà anche tesi avverse a quella che viene sostenuta: sia per rinforzare la propria posizione, sia per confutare i pareri contrari. Dopo aver illustrato tutti gli aspetti utili, offrendo un quadro davvero esaustivo (che ci si aspetta anche sostenuto da un’autorevole bibliografia) si può passare a ribadire la propria posizione e poi avviarsi alle conclusioni.

Il saggio viene spesso utilizzato nell’ambito scolastico come strumento di verifica delle competenze di scrittura, dell’acquisizione di un metodo di studio e di capacità di elaborazione personale.  

Le caratteristiche a livello di espressività sono senza dubbio chiarezza e comprensibilità, determinanti per la buona riuscita dell’opera così come una corretta analisi delle fonti. 

Nel saggio riveste grande importanza la struttura, lo sviluppo logico. In quest’ambito, più che mai, bisogna stare attenti a imbastire un discorso sempre consequenziale e logico, in cui a ogni premessa faccia seguito una coerente analisi.

Saggistica: storia ed esempi 

Ogni genere letterario ha una propria storia che lo caratterizza.

Quella del saggio risale all’antica Grecia e vanta come predecessori il sermone, l’epistola e il trattato morale. 

Abbiamo inoltre opere di grande rilievo che ci documentano importanti passaggi e hanno poi costituito il terreno su cui  è germogliata la saggistica.

Nella raccolta Retorica e poetica, Aristotele stabilisce alcuni principi della narrazione analizzando il discorso argomentativo. La filosofia si è occupata di ogni ambito della conoscenza ma di fondamentale importanza, nell’ambito della saggistica, sono i Saggi di Francesco Bacone e Critica della ragion pura di Immanuel Kant. 

Ma il saggio è anche rivoluzione e analisi della collettività.

Ne Il Manifesto del partito comunista, Karl Marx e Friedrich Engels analizzano le lotte tra classi sociali, in Una stanza tutta per sé Virginia Woolf ricerca nuove forme di modelli culturali mirati a una maggiore inclusione femminile nella società o ancora L’arte della guerra di Sun Tzu e Il principe di Niccolò Machiavelli che trattano la gestione dei conflitti. 

La saggistica trova terreno fertile perfino nel complesso studio della mente umana. 

L’interpretazione dei sogni di Sigmund Freud e Il libro rosso di Carl Gustav Jung, ne sono manifesto.  Più recente e di stampo scientifico è Dal big bang ai buchi neri. Breve storia del tempo di Stephen Hawking. Un viaggio il cui intento è rendere nota e comprensibile la moderna teoria cosmologica.

Anche arte e letteratura sono argomenti cari al genere. 

A Giorgio Vasari, architetto e pittore rinascimentale, si deve un importante compendio d’arte: Le vite de’ più eccellenti architetti, pittori, et scultori italiani, da Cimabue insino a’ tempi nostri.

Riguardo alla scrittura è di fondamentale importanza Lezioni americane di Italo Calvino mentre Il viaggio dell’eroe di Christopher Vogler approfondisce l’archetipo narrativo per eccellenza. 

Dalla seconda metà dell’Ottocento a oggi il saggio si è rivolto in particolar modo alla critica letteraria: pietre miliari di questa forma saggistica sono la Storia della letteratura italiana di Francesco De Sanctis e la Letteratura della nuova Italia di Benedetto Croce.

 

La saggistica è un genere letterario prezioso perché ci permette di entrare nel vivo degli argomenti, da diversi punti di vista. Inoltre, consente di studiare a fondo personaggi storici e autori, di riflettere sulle loro gesta e sulla loro poetica.

editare un libro

Consigli letterari: scopri la saggistica 

Ecco alcuni consigli di lettura se volete cimentarvi, prima, con la lettura del saggio breve e poi con la scrittura.

La scomparsa di Majorana di Leonardo Sciascia – Editore Adelphi. Apparso per la prima volta sul quotidiano torinese «La Stampa», questo saggio del 1975 è fondato sull’episodio di cronaca che riguarda la scomparsa di Ettore Majorana. Una storia a tratti romanzata dove l’autore raccoglie notizie  e dichiarazioni di persone vicine al fisico italiano Majorana per rielaborarle in modo personale. 

Dante di Alessandro Barbero – Editore Laterza. Un’opera che ripercorre la storia del Sommo Poeta concentrandosi sugli anni più incerti della sua vita, quelli la cui ricostruzione storica presenta diverse lacune. Barbero illustra il contesto in cui ha vissuto Dante presentando, secondo il proprio punto di vista, pro e contro dell’epoca e spingendo il lettore a trarne le dovute conclusioni. 

L’utilità dell’inutile. Manifesto di Nuccio Ordine – Editore Bompiani. Un saggio incentrato su un assunto: non è vero che è utile solo ciò che produce profitto.  Attraverso le riflessioni di grandi filosofi e scrittori, Ordine mostra come l’ossessione del possesso e il culto dell’utilità portino a inaridire lo spirito, mettendo in pericolo perfino l’arte e la creatività.

Il mestiere di scrivere di Raymond Carver – Editore Einaudi. Raccolta di saggi, conferenze e lezioni sulla scrittura di uno dei maestri della narrativa americana.  Gli insegnamenti di Carver trattano la costruzione di personaggi, dialoghi ed editing. Un testo implementato con preziosi esercizi sui diversi elementi della scrittura. 

La saggistica svolge un ruolo molto importante nel percorso di ricerca del sapere umano e quindi in quell’investigazione che l’uomo porta avanti da tempo immemorabile riguardo a se stesso e al proprio pensiero.

Gli esseri umani hanno sempre cercato di trovare risposta alle proprie domande per farsi un’idea di ciò che li circonda, per capire come funziona la vita, per decodificare il mondo interiore. Il saggio analizza e destruttura ciò che è passato per dare alle idee una forma più attuale. Nello stesso tempo, rappresenta un passo in avanti nella riflessione e nella ricerca. 

È una raccolta di impressioni, tesi e prove che chiedono riscontro, mirate a condividere con gli altri un cambiamento importante sulla base dell’esperienza personale. 

Un genere destinato a perdurare nel tempo perché in continuo aggiornamento: vivo quanto la società.

STAI PENSANDO DI SCRIVERE O UN SAGGIO BREVE OPPURE L’HAI GIÀ SCRITTO E HAI NECESSITÀ DI UNA SUPERVISIONE?

 CONTATTAMI COSÌ VALUTEREMO INSIEME IL TUO LAVORO E QUALI SVILUPPI POSSA AVERE. 

 

LEGGI ANCHE

Romanzo distopico: di che genere si tratta?

Romanzo distopico: di che genere si tratta?

Il romanzo distopico costituisce, a ragione, un genere con una propria autonomia e particolarità. Lo conosci? Vorresti cimentarti nella scrittura di questo tipo di romanzo? Nell’articolo trovi le caratteristiche tipiche e molta bibliografia

Pin It on Pinterest

Share This