Le basi di un incipit efficace

Lo sai che l’incipit rivela il tuo livello e la tua competenza di autore?

In tutti gli anni in cui ho gestito una casa editrice, quindi nel ruolo di editore oltre che di editor, posso dirti che la prima cosa che  si valuta è il modo in cui una storia inizia. La prima scena, l’apertura della storia ma anche le parole che vengono usate nella prima frase oltre che nelle frasi successive forniscono molti elementi utili, stabiliscono la predisposizione a leggere e valutare.

Le prime dieci righe in genere sono quelle che catturano editore e lettore. Ti dirò di più: mi basta leggere le prime tre righe per fare una valutazione anche se poi l’etica del mio lavoro mi impone di leggere tutta l’opera per dare un giudizio completo. Pensa al cinema, se guardi i film con una certa attenzione ti sarai reso conto di quanto la prima scena contenga in sé tutto lo sviluppo successivo. Così è anche nella narrazione: devi essere capace di creare una scena che lasci intravedere – come una porta che si apre – un mondo in cui il lettore sta per entrare.

Ci sono errori che devi evitare o perché non si adattano al tuo stile o perché sono modalità che non incentivano la lettura. A volte, per esempio, una descrizione troppo particolareggiata non si adatta al tipo di storia che stai narrando, altre volte invece si adatterebbe se solo riuscissi a condurla nel modo corretto senza l’effetto che io chiamo “sbrodolamento”.

La prima parola fa la differenza: se usi un sostantivo o un verbo cambia l’immagine che dai.

L’incipit è anche ciò che fa capire subito il tono della narrazione. Basterà una parola, un riferimento, una battuta di dialogo per farci capire in quale dimensione ci stiamo avventurando: se sarà una storia misteriosa, un giallo mozzafiato oppure un rosa avventuroso o se ci sarà da divertirsi. Certo, poi dovrai tenere fede alle tue premesse ma posso dirti che quasi mai ho visto un incipit grandioso seguito da un testo non all’altezza. A volte, anzi, succede che incipit deboli si rivalutino ma in questo caso si rischia di perdere molti lettori, quelli che appunto valutano i libro dalle prime righe e decidono se accettare o meno l’invito dell’autore.

Ho preparato una mini guida “le basi di un incipit efficace” per darti alcuni utili suggerimenti per il tuo incipit.

Dalle prime righe, oserei dire, dalle prime parole si comprende il livello di un testo. La prima scena è quella che invita il lettore a seguirci nel viaggio che gli proponiamo e questo invito deve essere irrinunciabile.

Scarica questa risorsa che ti permetterà di riflettere su quali siano gli aspetti utili per costruire un buon incipit. Compila il form sotto e inizia a leggere e a metterti alla prova.

Facebook Comments
Share This